Qualche anno fa abbiamo incrociato ISCOS e IPSIA, due ong differenti fra loro ma con un comune interesse, che hanno condiviso con noi e che si è trasformato in una ricerca finalizzata a mappare e a conoscere tutte le realtà che in Italia si occupano di campi di lavoro e di volontariato nei Paesi target della cooperazione internazionale.

Abbiamo così fatto emergere un fiume sommerso, quello di centinaia di persone, giovani soprattutto, che ogni anno per qualche settimana lasciano l’Italia e si recano in Paesi altri.

Abbiamo trovato persone e organizzazioni che fanno del volontariato un’occasione per incontrare e abitare nuovi contesti.

Abbiamo raccolto e analizzato esperienze che sono diventate motore di nuove progettualità e di nuovi interventi.

Rispondi