Quando abbiamo capito che il Bilancio Sociale e Sostenibile (BS) non è solo uno strumento per raccontarsi all’esterno ma anche l’occasione che un’organizzazione coglie per ripercorrere la proprio identità, ridefinire vision e mission, dialogare con i propri stakeholder, allora abbiamo pensato che il BS ci piaceva molto e che avremmo potutto affiancare le realtà interessate in questa avventura.

È questo, per esempio, ciò che sta avvenendo con una grande Fondazione: Casa della Carità. Un’intricata matassa (di persone, storie, progetti, fornitori, servizi…) che necessitava di essere dipanata e così è avvenuto in occasione della stesura del BS 2014.

Ora stiamo lavorando, nel rispetto di un processo realmente compartecipato, al nuovo bilancio: non siamo noi a scrivere; il nostro compito è quello di sostenere, valorizzare tutte le risorse, promuovere lo sviluppo di una riflessione continua sul proprio agire.

Per noi, e per Casa della Carità, il BS è molto di più: un processo nel processo, un’occasione che permette di rafforzarsi, di fare rete con nuovi partner, di innovarsi.

 

Rispondi